Supporto psicologico

Preadolescenza e Adolescenza sono due fasi della crescita molto delicate e impegnative durante le quali si verificano dei cambiamenti importantissimi che condurranno a poco a poco il bambino a divenire un giovane adulto, con la propria personalità e una nuova visione della realtà, con un proprio modo di vivere l'affettività, lo sviluppo del corpo nelle sue caratteristiche maschili o femminili, e le relazioni interpersonali con i pari e gli adulti.

In particolare la preadolescenza, che si situa tra i 10 e i 13-14 anni, è un'età in cui i ragazzi e le ragazze si trovano presi in mezzo al mondo dell’infanzia, che di lì a breve abbandoneranno, e il mondo dell’adolescenza, in cui stanno provando a muovere solamente i primi passi e, spesso, l’ingresso nella scuola media può attivare nel preadolescente sentimenti di difficoltà e disagio, legati non solamente all'aumento delle richieste scolastiche.

La mancanza di autostima e fiducia nelle proprie capacità, l’intensità di certe emozioni vissute (come ansia, paura, rabbia...), la nuova immagine del corpo, le difficoltà scolastiche, la relazione con i coetanei e l'altro sesso, i professori e i genitori, possono essere alla base delle "piccole e grandi" crisi che caratterizzano questa profonda fase di transizione.
Un intervento tempestivo che risponda alla richiesta di aiuto del preadolescente, può prevenire lo sviluppo di problematiche di portata maggiore che possono emergere in adolescenza, e facilitare la ripresa nel/la ragazzo/a di una quotidianità più serena e libera.

La consulenza psicologica può essere l’occasione concreta per un preadolescente per avere uno spazio personale e intimo dove raccontarsi e capire il proprio mondo interno con l’aiuto di un adulto competente ed esterno alle dinamiche familiari. I genitori, in quanto figure di riferimento principali, non sono però esclusi dal percorso psicologico, anzi sono il presupposto affinché esso possa risultare efficace, in integrazione eventualmente con la scuola e le altre figure di riferimento del preadolescente.

LA CONSULENZA PSICOLOGICA PREVEDE:

- colloqui iniziali con i genitori
- colloqui con il minore
- colloqui di restituzione ai genitori (durante e al termine del percorso
psicologico)
- eventuali colloqui con insegnanti e/o altre figure di riferimento del minore

PSICOLOGA:
Dott.ssa Valentina Bregolin, in formazione presso la Scuola di Psicoterapia di Analisi Bioenergetica, abilitata alla conduzione delle Classi di Esercizi di Bioenergetica.
Nel corso delle consulenze psicologiche rivolte sia agli adolescenti che agli adulti, in linea con il mio percorso formativo ed esperienziale, associo al lavoro verbale quello corporeo: il corpo, inteso come vivente ed espressivo, è infatti la via privilegiata per la coscientizzazione di emozioni, sentimenti e vissuti che si riflettono nel corpo e nella psiche, e di conseguenza nelle relazioni che viviamo.
L'Analisi Bioenergetica, fondata da Alexander Lowen, dispone di molte tecniche corporee attive ed espressive che permettono di recuperare un maggior contatto con il proprio corpo, con il proprio "terreno" e le proprie energie vitali, liberando da tensioni e conflitti che impediscono la piena realizzazione personale e relazionale.